lunedì 22 novembre 2010

Caro Babbo Natale...

Visto che l'anno scorso tutto sommato ha funzionato, quest'anno ripeto l'iniziativa di pubblicare la mia lettera a Babbo Natale e chi vuole capire...
Come avrete visto dai precedenti post, siamo in trasloco e i miei finanziatori di fiducia (mamma e papà) si sono già abbondantemente profusi in doni per la casa; ciò significa che non sarà un Natale all'insegna dell'arredo casa nuova perchè, fortunatamente, abbiamo già quasi tutto (ed è quel "quasi" che ci fregherà alla fine!). Ma allo stesso tempo, proprio perchè ho visto quanto si accumula in casa, auspico un Natale all'insegna di beni deperibili, di rapido consumo e di dimensioni limitatissime.

Tanto per non fare nomi:
  • il CD di Max Richter o altro compositore di musica strumentale contemporanea;
  • i sali da bagno che ormai sono finiti e in casa nuova continuiamo ad avere la vasca;
  • l'ingresso a qualche centro termale o per fare dei massaggi (che dopo tutto il lavoro del trasloco mi servirà proprio!);
  • il biglietto a teatro per un qualche balletto o musical o simile (volevo andare a vedere Bergonzoni, ma è già tutto esaurito!);
  • infine ci sarebbe anche il ritrovamento del cavalletto per dipingere, che sicuramente è nascosto in mansarda vicino alla scatola dei Puffi...

lunedì 25 ottobre 2010

Bologna in taxi

Come sempre le trasferte di lavoro non sono motivo di grandi giri turistici; sempre gradite perchè meglio in giro per il mondo che in ufficio, ma non sempre permettono di godere delle bellezze cittadine e delle specialità enogastronomiche del luogo.
Ma se capitate a Bologna, avete una soluzione tutt'altro che scontata: il taxi.
Certo non sono tutti uguali e dovreste avere la fortuna di incontrare il taxi che ho preso io - n. 90... e non mi ricordo - , in alternativa stampatevi questo post e speriamo di non essermi dimenticata niente.
Se arrivate in treno, imboccate Via Indipendenza e godetevi questa lunga passeggiata tra i negozi del centro; se avete fortuna incontrerete lungo il cammino anche il mercatino della montagniola, e fin qui nulla di nuovo ma inevitabile!
Arriverete in Piazza Maggiore e qui di chicche da scoprire ce nè a iosa. Innanzitutto ponetevi al centro della Piazza e guardatevi intorno, siete nell'unica piazza in Italia (forse anche d'Europa?!) in cui avete la visibilità dei 5 poteri terrestri: la fede del popolo, lo Stato, la monarchia, i notai e i commercianti.
Qui urge fare una precisazione! La Chiesa che si trova in Piazza Maggiore non è il Duomo di Bologna e se dite Duomo sappiate che non è un riferimento chiaro per i bolognesi, la Chiesa di Piazza Maggiore è la Basilica di San Petronio. Chiesa voluta e costruita dai Bolognesi per i Bolognesi! La Chiesa fu costruita tra il 1390 e il 1659 con i soldi del comune, l'edificio imponente doveva diventare più grande di San Pietro (chiesa ufficiale di Bologna), ma gli ecclesiastici gli costruirono accanto altri edifici in modo da limitarne la crescita e mantenere il primato di San pietro in termini di dimensioni (e qui ci starebbe bene un'altra storia alla Dan Brown).
Soffermatevi un attimo ad ammirare la Fontana del Nettuno e cercate l'angolatura migliore per dare giustizia alle doti del Nettuno; se lo guardate da davanti, infatti, noterete che il Nettuno non spicca per le misure del membro, ma se ci girate intorno c'è un'angolatura che per effetto ottico della proiezione del tridente sembra far aumentare le dimensioni del pene!
Se invece non siete inclini a queste storielle goliardiche, ma preferite un approccio più delicato e spirituale; sappiate che proprio vicino a Piazza Maggiore vi potrete trovare " tra la vita e la morte " ... Alla fine del Pavaglione, a sx di San Petronio guardando la Chiesa, trovate la Chiesa di Santa Maria della Vita e dalla parte opposta l'Ospedale di Santa Maria della morte (Palazzo Galvani).
Per concludere, vi consiglio di salire sulla Torre Prendiparte; meno famosa della Torre degli Asinelli (97,20 metri) e più bassa, ma proprio perchè più bassa, la Torre Prendiparte con i suoi 59,50 metri permette una visione migliore della città nel suo insieme e da molto più vicino.

giovedì 14 ottobre 2010

Moto perpetuo

2001: Cividale > Trieste
2002 : Viale XX Settembre > Via Crispi
2005/6: Trieste > Milano e Milano > Trieste
2008: Trieste > Oderzo
2010: Oderzo > Portobuffolè ...

Negli ultimi 10 anni (così tanti?) ho già fatto 3 traslochi, 4 se contiamo anche la breve esperienza a Milano - fortunatamente troppo breve per poter accumulare troppe cose da traslocare - E siamo al 4° (o 5°)?!
In 2 anni siamo riusciti ad accumulare tutto quelo che none ro riuscita ad accumulare in 7 anni di vita da studente a Trieste, la differenza? Ovvio! Siamo in 2!
Riconosco che il trasloco è un momento estenuante e sono terrorizzata all'idea di iniziare, ma sarà di certo un'utile occasione di rinnovamento e di rigenerazione; traslocare significa infatti prendere coscienza di sè e di ciò che generiamo in quanto punti di accumulazione di beni materiali. Sarà dura e non so se ce la faremo, ma felice! Ci voleva proprio un pretesto per ripulirsi di tutte le chincaglierie e inutili orpelli accumulati negli anni, dare una boccata d'aria fresca al proprio microcosmo domestico e fare piazza pulita di indesiderati complementi di arredo.
Lo so che è impegnativo, ma consiglio a tutti di organizzare periodici traslochi finalizzati al riodirno della casa; potreste scoprire segreti inaspettati, ritrovare personali tesori ormai dati per dispersi e ridimensionare la propensione agli acquisti futuri.
Per ora ho già ritrovato 2 vestiti che pensavo di aver perso o peggio ancora credevo mi avessero rubato, sono riuscita a far smaltire alla mia dolce metà 1 paio di scarpe ed estorcergli la promessa di un 10% in meno di assortimento nel prossimo armadio; da qui all'effettivo trasloco conto di guadagnare ancora spazio libero!

... ah, dimenticavo! Chi vuole partecipare al trasloco Oderzo > Portobuffolè è ben accetto! In palio ricchi premi e cotillon!

lunedì 11 ottobre 2010

Sailor Marilù

... lunghi capelli rosa e magggici poteri ...

lunedì 4 ottobre 2010

42^ Barcolana

Cartellone poco interessante quest'anno, tempo incerto e rischio calma piatta, ma non mancheremo all'appuntamento annuale con il mare!

martedì 28 settembre 2010

E oggi ancora più sparsi e confusi del solito...

I morti pesano non tanto per la loro assenza quanto per le parole non dette e le cose non fatte. Le parole che sai non sentirai più e le facce che non vedrai più. Pesa la paura del futuro, paura che possa accadere anche a te. Pesa il senso di colpa, perchè non sei tu e perchè avresti potuto fare di più. Pesa la consapevolezza di una vita spezzata e di altrettante vite che devono continuare e continueranno. Pesa l'inconsistenza del dolore. Pesa la voce di una nonna che piange.

lunedì 20 settembre 2010

Weekend 24 - 25 - 26 settembre

Un weekend ricco di impegni e tutti impegni di spessore culturale!

L'iniziativa di Legambiente che nel 2009 ha visto 700.000 volontari rimboccarsi le maniche e raccogliere i rifiuti abbandonati in 4.500 aree italiane, insomma pulire il mondo davvero!
In Friuli hanno aderito:
in Prov. di PN i comuni di Zoppola, Porcia, Sacile
in Prov. di UD i comuni di Udine, Bertiolo, Buia, Gemona, San Giorgio di Nogaro, Torviscosa, Varmo
in Prov. di GO comuni di Monfalcone, Gorizia, Staranzano, Ronchi dei Legionari (a TS nessuno ...)

Il MIBAC partecipa al GEP -
Giornate Europee del Patrimonio e organizza su tutto il territorio nazionale una serie di eventi volti a valorizzare i contenuti del patrimonio culturale italiano.





A Udine si svolgerà la Maratonina di 21.097 km, in partenza da Udine Via Vittorio Veneto ore 9.30 domenica 26 ...

mercoledì 8 settembre 2010

2 ITALIANI E 2 OLANDESI SI TROVANO A CENA INSIEME IN UN TIPICO LOCALE FRANCESE A PARIGI E PARLANO INGLESE ...
Non è l'inizio di una barzelletta è l'inizio del mio weekend a Parigi !




martedì 24 agosto 2010

Ho una malattia: si chiama fantasia...

Non è facile riprendere a lavorare dopo una lunga e rilassante - a tratti stressante - vacanza, tra mare e delizie enogastronomiche; ma s'ha da fare e si fa!
L'aspetto positivo, è che per il momento gli uffici sono quasi deserti e la solitudine rende il rientro meno traumatico; a ciò si aggiunge la voglia di continuare a pensare alle ferie e programmare il weekend, posticipando il più possibile l'avvento di quei lunghi e nebbiosi e tristi weekend che ci porterà l'autunno e poi l'inverno (ma poi sarà di nuovo estate!).
Intanto, sabato ci aspetta la 46^ Sagra dei Pirus e io sto già programmando il miglior look per assistere al concerto della Rettore.
Sempre sabato o domenica, confidando nel bel tempo, mi do' all'avventura! No, non con tenerè ma con i quad a Sauris.
La prossima settimana, poi, comincieranno i miei tour lavorativi: Ponte di Piave - Milano - Cantù/Como - Ponte di Piave - Parigi - Ponte di Piave ...
Ma per mantenere l'entusiasmo, come insegna Tim Burton (ieri sera ho visto finalmente Alice in the Wonderland, mi è piaciuto un sacco e ovviamente mi sono innamorata del cappellaio!) d'ora in poi, oltre alla dieta di fine estate, mi impegnerò tutte le mattine a "pensare a 6 cose impossibili prima di fare colazione !"

mercoledì 21 luglio 2010

Mittelfest 2010


dal 17 al 25 luglio a Cividale del Friuli

I miei prossimi spettacoli:
23.07.2010 - LOVE MACHINES Kataklò
24.07-2010 - MARTIN LUBENOV'S JAZZTA PRASTA Folkest Bulgaria
24.07.2010 - ARENA Danza contemporanea

sabato 17 luglio 2010

Inaugurazione Mittelfest 2010


Quest'anno posso dire "IO C'ERO" ed ero anche in primissima fila proprio dietro il primo violino!
Lo spettacolo serale della giornata di inaugurazione ha visto succedersi sul palco di Piazza Duomo (e ilt empo ha tenuto!) ballerini di massimo livello, accompagnati dall'Orchestra Mitteleuropea diretta da Alfonso Scarano.

Il programma della serata:

FESTIVE OUVERTURE - Musica di Dimitri Shostakovich (I tempo)
CANDIDE OUVERTURE - Musica di Leonard Bernstein (II tempo)
Suona: Orchestra Mitteleuropea

NOCTURNOS - Coreografia di John Neumeier, Musica di Frederic Chopin, al pianoforte il Maestro Ferdinando Mussutto (I tempo)
TERZA SINFONIA DI GUSTAV MAHLER - Coreografia di John Neumeier, Musica di Gustav Mahler, al pianoforte il Maestro Ferdinando Mussutto (II tempo)
Danzano: Silvia Azzoni e Oleksandr Ryabko, Hamburg Ballet
>>> Per me i migliori! Coreografie coinvolgenti, grande espressività e capacità di emozionare, al di là della bravura tecnica. Ho ballato con loro su quel palco, ascoltando il loro respiro e il battito del loro cuore ...

WHO CARES? - Coreografia di George Balanchine, Musica di George Gershwin (I tempo)
TCHAIKOVSKY PAS DE DEUX - Coreografia di George Balanchine, Musica di Pyotr Ilyich Tchaikovsky (II tempo)
Danzano: Magaly Guerry e Davit Galstyan, Ballet du Capitole de Toulouse
>>> Qualcuno tra il pubblico ha detto "sembra che voli" ...
CENERENTOLA - Coreografia di Rudolf Nureyev, Musica di Serghei Prokofiev (I tempo)
ROMEO E GIULIETTA - Coreografia di Kenneth MacMillan, Musica di Serghei Prokofiev (II tempo)
Danzano: Muriel Zusperreguy e Joshua Hoffalt, Ballet de L'Opéra de Paris
>>> L'immancabile grande classico di repertorio!

SPRING WATERS - Coreografia di Asaf Messerer, Musica di Serghei Rachmaninov (I tempo)
THE TWO PIGEONS - Coreografia di Frederick Ashton, Musica di André Messager (II tempo)
Danzano: Ambra Vallo e Tyrone Singleton, Birmingham Royal Ballet
>>> il video di Spring Waters

OTHER DANCES - Coreografia di Jerome Robbins, Musica di Frederic Chopin, al pianoforte il Maestro Ferdinando Mussutto (I tempo)
Danzano: Sarah Lane, American Ballet Theatre e Gonzalo Garcia, New York City Ballet
>>> Uno spettacolo nello spettacolo!

martedì 6 luglio 2010

HEINEKEN JAMMIN FESTIVAL

6 luglio 2010

Non ci sono parole, non ci sono commenti che tengano il confronto con l'esperienza: elettrizzante!

BEN HARPER
> http://www.benharper.com/
video


PEARL JAM
> http://pearljam.com/
video

venerdì 18 giugno 2010

Libertà di espressione

Da quando ho scoperto la nuova funzionalità di blog spot, DESIGNER MODELLI, sono giorni di intensa sperimentazione, anche un po' a discapito dei contenuti...
Alla fine ho deciso per questa soluzione un po' barocca e molto floreale, che rende l'idea del mio attuale entusiasmo misto confusione, misto "troppo bello, troppe cose, non so da che parte prendermi!".
Per ora mi sono concentrata e sbizzarita con gli sfondi (grazie a tutti i grafici e web developer che hanno messo a disposizione sittanta bellezza!), ma pian piano vederete che sarò in grado di proporre sempre nuove veti grafiche per il mio blog.
Ora più che mai, confermo la mia filosofia di adattare e cambiare la grafica del blog in sintonia con i temi trattati al momento, gli umori personali e i colori del tempo.

Nella foto (in ordine alfabetico): adder_on3, borchee, clintspencer, compassandcamera, diane39, digi_guru, epicurean, fpm, graphixel, kim258, konradlew, lobaaaato, macroworld, merrymoonmary, micheldenijs, molotovcoketail, mskowronek, ozgurdonmaz, pederk, simonox, storman, suprun. Spero di non aver dimenticato nessuno...

martedì 1 giugno 2010

DIMMI COME DORMI E TI DIRO' CHI SEI

Saranno le coperte o troppo pesanti o troppo leggere, i piumoni che quando li compri (e quando li lavi) sembrano giganti ma per una strana legge della fisica quando ti addormenti scopri che sono sempre troppo corti e ti sbuca fuori un piede e non bastano mai, linee immaginarie di delimitazione degli spazi vitali sempre molto opinabili e coperte che si spostano da sole nella notte. Ma per amore ci si adatta e si trova un compromesso: il pile sul comodino per sopperire a chi ti ruba le coperte nel sonno o tenuta da uomo delle nevi per compensare le scalmane di chi dormirebbe in mutande a dicembre (e poi non lamentatevi se la convivenza ci rende poco sexi!).

Ma cosa succederebbe se avessimo il lettone 2 piazze king size a completa disposizione? Beh il processo di riadattamento potrebbe essere graduale, ma dimmi come dormi e ti dirò chi sei!

NON CAMBIA NULLA - Dapprima non cambia nulla, si rimane al proprio posto nel proprio angolo di letto e anche un po' scomodi, consapevoli che tanto la pacchia durerà ancora per poco e non vale la pena rischiare di perdere la capacità di sopportazione tanto duramente guadagnata nel tempo.
>>> Succede soprattutto nel caso di periodi brevi, come fase iniziale di adattamento alla riacquisita libertà, ma se diventa la prassi mi farei qualche domanda (se da solo è uguale che in 2, meglio da solo forse?!) e tornerei al letto 1 piazza (tanto spazio così sprecato...)
AL POSTO SUO - Complice un po' di nostalgia o tanto per provare qualcosa di diverso, ci si sposta a dormire sull'altro lato, speculari senza troppe pretese, anche solo per cambiare e provare per una volta l'altra faccia della luna.
>>> Molto romantico o molto equosolidale se fatto in ottica di un consumo più uniforme di lenzuola e materasso, ma anche qui tanto vale tornare alla piazza singola: ancora più equosolidale e se siete per il romantico potete dormire uno sopra l'altro.
DI TRAVERSO - Un po' da indecisi, del tipo "un piede in due scarpe": mi tengo il mio ma voglio anche il tuo e per farlo mi spalmo in diagonale 45° da un lato all'altro del lettone.
>>> Un po' spocchioso e forse anche scomodo considerando che la dormita ideale è verticale e non di traverso, ma sicuramente molto più soddisfacente di quelli sopra. Di solito dura poco, perchè fisiologicamente poco comodo e più che altro sintomo di un carattere un po' represso che sfoga nell'appropriarsi del letto la sua voglia di conquista (meglio un risiko!).
A STELLA - Maggggica posizione a stella e se la provi non torni più indietro, quandoa rrivi a questo stadio l'unico pensiero è "speriamo che il eltto non si ripopoli più!"
>>> Grandissimo! Sarà che sono di parte perchè io ormai sono già oltre (stile STELLA ... COMETA), ma se non ci provi non puoi capire... vabbè ammettiamolo, molto egoistico, edonistico e un po' megalomane, ma tanto bello!!!

venerdì 28 maggio 2010

IL MIO SITO MOBILE

Grazie ai miei amici blogger, molto più esperti e aggiornati di me sull'argomento, ho aderito al nuovo servizio di libero LIBERO MOBILE che ti permette di portare sul mobile il tuo sito web o blog. Come potete vedere dall'iconcina qui a lato SEGUIMI SU LIBERO MOBILE, potrete tenervi aggiornati sui contenuti del mio blog anche da dispositivo mobile; davvero un bel servizio, facile e veloce. Ve lo consiglio!

Per chi ha già iPhone e Smartphone etc., fatemi sapere cosa ne pensate:

Pensierisparsi diventa >>> http://pensierisparsimarilu.m.libero.it

MyMarketing world diventa >>> http://mktgworld.m.libero.it/

mercoledì 26 maggio 2010

PROSSIMI APPUNTAMENTI DI DANZA

Fin'ora siamo a 2 per Mario e 2 a parimerito per Mamma & Papà, ma forse Mario un po' vince considerando che sabato scorso ha rinunciato alla partita dell'Inter per godersi un ottimo panino dai cinesi e un after di danza dalle 7 alle 2 di notte (l'unico bar presente nel raggio di km quella sera dava "Matilda sei mitica"!) ...
Ma io non mi abbatto e continuo imperterrita la mia turnè ballerina, soprattutto per non deludere il mio fans club che tanto mi sostiene: Mario, che ieri in uno slancio di sincerità ha ammesso "non mi piaceva il balletto dell'anno scorso"; la mia mamma, che alla prima di quest'anno mi ha confidato commossa "sono tanto contenta perchè questo finalmente sarà l'ultimo anno che fai danza, è l'ultimo anno vero?!"; il mio papino, che ha imparato a non russare in teatro e tutti i miei amici che da quando mi conoscono mi dicono che verranno a vedermi ballare ma non sono mai venuti perchè quel giorno lì c'è sempre un impegno improrogabile!*** Insomma, io ballo da sola (con le mie amichette quindicenni, direbbe qualcuno) ma sono contenta così!

Semmai qualcuno ci ripensasse, potete ancora rifarvi fino a fine giugno!!! Affrettatevi, i posti stanno per finire!!!!!

Prossime date di danza:

Ven. 04.06 - Saggio di fine anno della Scuola di Danza Ponte di Piave, presso Teatro Cristallo a Oderzo (TV) - ingresso libero
Sab. 05.06 - Rassegna "Estate in danza 2010" San Donà di Piave (TV) - ingresso libero
Ven. 18.06 - Spettacolo in piazza Ponte di Piave (TV) - ingresso libero
Dom. 20.06 - IV Maratona ESTATE DANZA PRO AIL, Montebelluna (TV)
Infine, ad agosto ci sarà lo spettacolo in sagra a Ormelle (TV).

*** Ivi escluse Spizza e Elisola che nel lontano '99 - più o meno - mi hanno anche fatto lo striscione MARILENAAAAAAAAAAA, che conservo ancora!!!

lunedì 17 maggio 2010

MAKE A CHANGE

Non vi posso raccontare molto (dobbiamo tutelare le idee...), ma lasciatemi almeno l'occasione di gallarmi un po' per questa vittoria; in realtà ancora non possiamo parlare di vittoria definitiva, ma per me è già un gran traguardo...

Ven. 14 maggio 2010 - Segreteria Concorso "Il più bel lavoro del mondo". Make a Change
"Vi comunichiamo l'esito ufficiale del concorso ed. 2009/2010.
A seguito della riunione della Giuria, analizzando tutti i progetti in relazione ad ognuno dei criteri di valutazione, sono stati scelti i seguenti 5 progetti:
Team ORTOBOX con il progetto "ORTOBOX"
Team RESEAT con il progetto "RESEAT"
Team DOMUS DE LUNA con il progetto "LA LOCANDA DEI BUONI E CATTIVI"
Team YES WE LIFE con il progetto "CASA DI HANSEL & GRETEL"
Team HELP IN CITTA' con il progetto HELP IN CITTA' by Marilena Antonini, Mario Antonioli, Elisa Snidero, Eleonora Spizzamiglio".

E adesso... chi vivrà vedrà!

giovedì 6 maggio 2010

Omaggio a Cajkovskij

Che bella sorpresa oggi! Aprire Google e trovare l'homepage personalizzata "Lago dei cigni"!!!!

Tutto questo perchè oggi è il 170° anniversario della nascita di Čajkovskij, compositore russo del romanticismo famoso per gli amanti del balletto perchè autore di opere quali il Lago dei Cigni (1875-1876), La Bella Addormentata (1888-1889) e Lo Schiaccianoci (1891-1892).



giovedì 29 aprile 2010

Toccata e fuga a Cagliari

Purtroppo ci sono stata troppo poco per poter godere a pieno della città e dare consigli di viaggio dettagliati, tanto più che ho alloggiato a Quartu Sant'Elena e non a Cagliari.
Ma è innegabile l'emozione della città di mare, l'ospitalità dei sardi, i sapori e gli odori autentici della Sardegna! Anche solo in giornata, almeno di passaggio, una visita Cagliari la vale tutta: i bastioni, il castello, le viuzze, il porto ... ; se poi la visita diventa di più giorni allora non potete non fare un giro sul lungomare Cagliaritano, lungo il Poetto a mangiare ricci e fave crude, osservare le vecchie saline ora popolate da fenicotteri rosa e fare un bel bagno.

Ma più di tutto, varrebbe la pena andare a Cagliari semplicemente per conoscere Lillicu...

... ho mangiato (e visto) cose che voi umani non potete neppure immaginare! >>>

ANTIPASTI
Pepata di cozze, Neonata fritte, Raguse (o murici), Insalata di polipo, Squaletto con noci marinato, ...
PRIMO
Spaghetti ai ricci di mare
SECONDI
Cappone in acquetta, Triglie in acquetta, Seppia alla griglia, ...
e per FINIRE ...
Mirto e caffè (risparmiatevi sugli antipasti e lasciate uno spazietto per la seadas!)

martedì 6 aprile 2010

Consigli di viaggio: BRISTOL e dintorni

Davvero carina e ideale per un weekend fuori porta, sia per giovani in cerca di vita notturna sia per meno giovani in cerca della pace interiore. In ogni caso, assolutamente da non perdere:
1. Almeno 1 birra al pub (e magari anche una bistecca con patate col formaggio e onion rings. E a quel punto le birre diventano almeno 2 ...);
2. Una puntatina a Stonehenge. Portatevi dietro un registratore... (saranno solo pietre, ma finchè non lo vedi non ci credi e comunque merita il panorama);
3. Giro turistico e di shopping a Bath. Non perdetevi l'abazia con gli angeli che salgono e scendono le scale e i bagni termali romani (per risparmiare il biglietto di ingresso di 11£ potete fare come noi e intrufolarvi abusivamente passando per il ristorante).

Per farvi un idea >>> FOTO BRISTOL e dintorni 01/05.04.2010

Alloggio: Bristol è piuttosto piccola e si gira con facilità, noi abbiamo avuto una grande fortuna perchè abbiamo alloggiato in un albergo molto bello (con tanto di SPA! >>> Mercure Bristol) a prezzi stracciati, a prezzo pieno credo sia un po' azzardato; comunque come zona, da Temple Meads all'Università va tutto bene.

Collegamenti Bristol Aereoporto/città: L'aereoporto di Bristol è comodissimo e super organizzato, c'è un servizio bus che vi porta direttamente in centro città altrimenti prendete un taxi. Soprattutto se arrivate sera tardi, il taxi è l'unica opzione disponibile: subito fuori dall'aereoporto c'è l'ufficio di prenotazione taxi (super organizzati!) e in notturna fino a Bristol vi costerà 25£.
Per ulteriori informazioni sugli autobus >>> http://www.firstgroup.com/
Collegamenti Bristol/dintorni (Bath, Salisbury, etc.): Per tutti i collegamenti con le città limistrofe, consigliatissimo il treno: super organizzato, comodo, pulito ed economico. In più vi permette di godere del paesaggio bucolico che attaversate lungo il viaggio: aperta campagna, prati, fiumi, pecore, caprette e mucche che pascolano felici!
Per ulteriori informazioni sui treni >>> http://www.nationalexpress.com/home.aspx

Periodo consigliato: primavera/estate. Il clima è tipicamente inglese, quindi freddino e molto umido, ricordatevi sempre l'ombrello o un impermeabile con cappuccio.

>>> Post precedente in attesa di partire per Bristol.

giovedì 1 aprile 2010

Consigli di viaggio: SORRENTO

Davvero carina e pittoresca, vale certamente una gita anche solo in giornata e preferibilmente con il bel tempo per poter godere dei magici colori del golfo.

Qualche consiglio di viaggio....

Collegamenti dall'aereoporto di Napoli a Sorrento e viceversa
AUTOBUS. La via più comoda è sicuramente l'autobus di linea che parte proprio fuori dall'aereoporto e vi porta direttamente a
Sorrento. Comodissimo, ma sappiate che il tragitto è pieno di tornanti e può essere un'esperienza avventurosa. I biglietti si acquistano a bordo. Costo 10€ a pers. solo andata.
ALISCAFO. La via più bella per arrivare a Sorrento è sicuramente il mare, l'unica pecca è che l'aliscafo parte da Napoli quindi dovreste farvi portare in taxi fino in città e poi lì prendere l'aliscafo. Non è la via più veloce, ma sicuramente la più bella (sperando nel bel tempo). Costo Aliscafo 11€ a pers. solo andata + taxi aereoporto/Napoli tot. 19€ (se siete almeno in 2 vi viene a costare a testa in tot.20€ circa).
CIRCUMVESUVIANA. La via più turistca è la circumvesuviana, che parte solo da Napoli città (Stazione FS) ma ferma in tutti i principali siti d'interesse della zona; se per esempio volete fare una puntatina a Pompei (se non siete mai stati ci dovete andare assolutamente!), il treno è perfetto. Costo circumvesuviana NA Stazione FS/Sorrento 3,3€ a pers. solo andata + taxi aereoporto/Napoli tot. 19€ (se siete almeno in 2 vi viene a costare a testa in tot.13€ circa).

Cosa fare a Sorrento
Beh semplicemente godetevi il panorama, fatevi una bella passeggiata lungo le viuzze del centro e ammirate i colori del Golfo. L'ideale sarebbe partire dal porto e salire su a piedi in città, ma dipende da quanto fiato avete (scarpe comode!).

Dove mangiare
In centro ci sono un sacco di bei posticini, molto turistici ma tutti di ottima qualità, chiedete pure alla gente del luogo e vi sapranno dare degli ottimi consigli! Se alloggiate appena prima di Sorrento o volete provare un luogo un po' più tranquillo e un po' fuori (circa 15 min a piedi dal centro di Sorrento), vi consiglio il Moonlight (V. Raffaele Fiorentino, 3 - Sant'Agnello NA): ristorante, pizzeria e tutto quello che volete a prezzi più che accessibili.

Cosa mangiare
Immancabile la pizza, una spaghettata ai frutti di mare, le polpette di melanzane e il pane fritto (quelle palline fritte che sembrano frittele e che troverete in tutte le salse). Come dolci non perdetevi la pastiera e, se avete abbastanza spazio nel pancino, la torta caprese!

Il periodo migliore: maggio/giugno e settembre

lunedì 29 marzo 2010

Sorrento arriviamo

Bello questo inizio di primavera pieno di viaggi, certo a Sorrento ci devo andare per lavoro direi che mi sacrifico volentieri e tornerò carica di noci e limoni per tutti!


>>> Hotel Parco dei Principi

giovedì 25 marzo 2010

Memorie di una Geisha in danza

Sabato sera ore 21 al Palasport Momesso di Ormelle (TV) va in scena la prima di "Becoming a Geisha", tratto dalla colonna sonora di Memorie di una Geisha.



Per saperne di più...
GEISHA: è una tradizionale artista e intrattenitrice giapponese, le cui abilità includono varie arti, quali la musica, il canto e la danza.


mercoledì 17 marzo 2010

Ancora vacanza!!!!

A breve arriverà Pasqua e se guardate qualche post indietro saprete che mi sto preparando alla partenza, ma l'aria è pesante di questi tempi e si fa presto a fare l'abitudine ad andare in giro; ecco dunque che sto già pianificando il mio prossimo viaggio.

Quando: 2/6 giugno
Dove: MALTA (siamo partite da Praga in treno, ma visti i prezzi dei voli su Malta non abbiamo saputo resistere)
Chi: per ora Io e Babi, due balde giovini alla ricerca della propria strada verso l'infinito (e oltre). Qualcuno vuole aggregarsi?

Il volo c'è, la voglia di partire anche, manca tutto il resto... Sperando che qualcuno mi risponda, faccio un appello a chi sa o ha sentito dire: che dite? che tour ci proponete da non perdere? dove ci consigliate di soggiornare a Malta? Meglio Valletta o meglio un altra città?






mercoledì 10 marzo 2010

Non smettiamo di sognare

C'è una belle frase di Bennato, che sento molto mia e fa più o meno così...

... Chi non ha sognato mai il grande amore?
E chi non l'ha trovato mai è sognatore ...

Mi piace pensare di non aver ancora trovato il grande amore, perchè altrimenti vorrebbe dire che ho smesso di sognare?!


giovedì 4 marzo 2010

Fabrizio Monteverde

Penultimo weekend in Ghirada Sab 6 e Dom 7 con MONTEVERDE.
Biografia:
Inizia la propria attività nel '76 come attore e aiuto regista di Loffredo Muzzi nello spettacolo Un giorno Lucifero presentato al Festival di Spoleto ed al Piccolo Teatro di Milano. Contemporaneamente inizia a studiare danza presso il Centro Professionale Danza Contemporanea di Roma, perfezionandosi in seguito con Carolyn Carlson, Moses Pendleton, Alan Sener, Holly Schiffer, Bruno Dizien, Roberta Garrison, Peter Goss, Daniel Lewis.
Lavora con Giancarlo Cobelli nell'Orfeo di Sartorio, con Pier'Alli in Giulia around Giulia su musica di Sylvano Bussotti al Festival di Avignone, con Aldo Rostagno in Corpus Alienum di Maderna al Maggio Musicale Fiorentino. Nell'82 danza con la Compagnia Teatrodanza diretta da Elsa Piperno e Joseph Fontano. Nel 1984 si trasferisce per alcuni mesi a Parigi dove perfeziona i propri studi di danza contemporanea. Tornato a Roma, allestisce alcune performances; nell'85 il Teatro Spazio Zero gli commissiona lo spettacolo Bagni Acerbi che lo colloca tra i nomi emergenti dei coreografi italiani. Da questa esperienza nasce la Compagnia Baltica, di cui è direttore artistico dall'86. Nell'89 debutta nella regia teatrale con Tre sorelle di Cechov. nel '96 riceve il Premio "Gino Tani" e il Premio "Danza & Danza" quale migliore coreografo italiano.
Tra i suoi lavori ricordiamo:Bene mobile ('84), La boule de neige ('87), Giulietta e Romeo ('89), Pinocchio ('91), La luna incantata ('91, film per la RAI con Alessandra Ferri e regia di Vittorio Nevano, Palma d'Oro al Festival Audiovisivi di Cannes), Reliquie d'amanti ('92, per il Teatro alla Scala), Otello('94), Lo schiaccianoci ('95 , per il Teatro dell'Opera di Roma), La Tempesta ('96), Vulcani ('99, per il Teatro San Carlo), Barbablù (2000, per il Balletto di Toscana in coproduzione con il Teatro Comunale di Ferrara), Requiem per Edith Stein (2001, per il Teatro dell'Opera di Roma con Carla Fracci protagonista). Nel '97 firma la regia dell'Otello di Verdi al Teatro Pergolesi di Jesi.

giovedì 18 febbraio 2010

Che la festa cominci

E' il primo libro che leggo di Ammaniti e se non me l'avessero regalato non credo mi sarebbe venuto in mente di leggerlo, però devo dire che è stata una bella scoperta; non il mio genere prefereito, ma davvero divertente nell'autentico spirito della satira classica. Un quadro grottesco e volutamente esagerato (ma forse neanche tanto) della nostra realtà, fatta di personaggi fatui e inconsistenti, dediti solo alle apparenze e alla fama.

Scritto davvero bene e di buona compagnia, volutamente spinto su coincidenze e intrecci, ma proprio per questo ancora più divertente.

Malgrado ne esca un ritratto raccapricciante della nostra povera italietta, mi piace e mi rasserena la scelta di concludere con l'involontaria celebrazione della normalità e della beata ignoranza.

sabato 13 febbraio 2010

CARNEVAL de Muja

E anche quest'anno ho perso per strada le Ologram, ma nulla mi fermerà! Non ci sto! Vado a Muggia vestita da Jem! (speriamo che il fucsia vada via per lunedì...)

lunedì 8 febbraio 2010

Weekend in Ghirada con CARL PORTAL

Nato il 26 maggio 1976, Carl Portal ha danzato con importanti compagnie e famosi coreografi; numerose sono le sue partecipazioni a commedie musicali di successo in Francia e all’estero, mentre il suo stile originale e personalissimo è assai apprezzato. Infatti, dopo avere ottenuto il diploma di stato di “Professeur de danse” nel 1996, ha conseguito nel 1998 il titolo di “Directeur artistique e choreograph” della “Cie Ajna”, partecipa a numerosi festival a Parigi ( “Les estivales”, “Theatre des songes”, “Café de la danse”, “Theatre St Germain des Pres”... etc) e insegna presso lo Studio Harmonique di Parigi.


Uno stile fatto di rilasci e riprese, un flusso continuo di energia che passa attraverso il respiro e immancabilmente l'emozione; la sensazione del corpo, del contatto a terra e dell'aria. Semplicemente meraviglioso!

giovedì 28 gennaio 2010

Già vacanza

Finalmente sono state ufficializzate le chiusure aziendali per l'annoi n corso, poi a seconda degli umori e dell'andamento del PIL verranno più volte smentite e modificate, ma intanto possiamo cominciare a fare qualche progetto di fuga e io ho già prenotato per il ponte di Pasqua.

VEN 2 APRILE: TREVISO - BRISTOL (volo rigorosamente Ryanair). Il volo quello che arriva più tardi di tutti, ad un'ora che non si sa neanche se ci sarà un collegamente dall'aereoporto alla città quando arriviamo. Ma l'importante è partire!

ALLOGGIO B&B al MERCURE HOTEL (che è anche una SPA!), credo in centro a Bristol ma non ne sono certa; formula super sconto perchè abbiamo pagato anticipatamente e in nessun caso è rimborsabile.

LUN 5 APRILE: BRISTOL - TREVISO
Rientro sempre in nottata così non ci perdiamo la giornata di giri e visite turistiche.
Ancora poco ben definito quello che faremo nel mezzo, ma ci sono un sacco di idee: giro sul fiume in battello, visita a Bath, visita a Stonehenge e poi si vedrà. Ben accetti suggerimenti e consiglid i chi è già stato o ne ha sentito parlare.

giovedì 14 gennaio 2010

Le immagini della fantasia

A volte la vita ci stupisce per la grande fantasia o forse la poca fantasia (dipende dai punti di vista), tessendo le fila del destino in modo ingarbugliato eppure così composto; trovo assolutamente affascinante ed emozionante la percezione delle strade di ciascuno che si incontrano, si scontrano, si intrecciano, a volte solo si affiancano o si sovrappongono, per un istante o per sempre.
Mi piace credere che ci sia un qualche significato intrinseco, seppur certa della pura e semplice casualità, del tornare e insistere di immagini e occasioni.
Oggi sono "Le immagini della fantasia", rassegna internazionale di illustrazioni per l'infanzia di Sàrmede TV.
Un Paesinio a me sconosciuto dove sono capitata per caso, che poi caso non era ma solo un'abitudine dimenticata di famiglia (ma non la mia famiglia); in tempo per visitare la 27^mostra, la stessa che qualcun altro avrebbe voluto visitare per tempo; la stessa mostra che mi ritrovo a documentare oggi per lavoro e che domani forse tornerà on line... Intanto che mi sgarbuglio la mia matassa, qualche immagine che a me è piaciuta molto (dall'alto: Glenda Sburelin, Italia; Echi di mari lontani, Fiabe dell'Oceania; Milos Koptak, Slovensko).



E per chi se la fosse persa, non mancate le prossime sedi espositive in attesa della 28^ edizione:

3 aprile - 6 giugno 2010
SIENA, Complesso Museale Santa Maria della Scala"Le immagini della fantasia", 27^ Mostra Internazionale d'Illustrazione per l'Infanzia

10 aprile - 2 giugno 2010
VICENZA, Centro Culturale San Paolo"Ospiti e custodi del creato", immagini e storie dall'Africa

20 marzo - 2 maggio 2010
VENZONE (UD), Palazzo ComunaleSelezione opere 26^ Mostra "Le immagini della fantasia"

23 marzo - 26 marzo 2010
BOLOGNA, Fiera del Libro per RagazziPadiglione 26, stand B/4

febbraio - marzo 2010
BRUGHERIO (MI), Palazzo Ghirlanda SilvaSelezione 27^ Mostra, Scuola Internazionale d'Illustrazione

27 febbraio - 28 marzo 2010
MONZA, Arengario"Le immagini della fantasia", 27^ Mostra Internazionale d'Illustrazione per l'Infanzia

24 ottobre 2009 – 9 maggio 2010
TREVISO, Casa dei Carraresi. Selezione opere 25^ Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’InfanziaIllustrazioni ispirate alla tradizione fiabistica di Cina e Mongolia

lunedì 4 gennaio 2010

Ore 13.12 - CODICE BIANCO

Di ritorno dalla montagna, dopo pranzi, cenoni e feste varie urge un po' di sana vita domestica. Lavatrici, pulizie, spesa e preparazione dei cibi per la settimana; tra pochi gg infatti riprenderà il tran tran lavorativo e non avrò tempo per preparare da mangiare e dar seguito a tutte le faccende domestiche.
Ho comprato le melanzane con la scusa della parmiggiana, in realtà è un pretesto per testare la mia nuova affettatrice da tavola e il risutato è ottimo! La parmiggiana sarà un successo!
Sto pensando che forse mi conviene buttare su anchhe l'altra lavatrice prma di andare a ritirare la macchina dal meccanico, così poi posso passare direttamente al supermercato a prendere i porri e... AIA! Che male! Devo essermi tagliata. Faccio scorrere l'acqua sul dito indolenzito e vedrai che mi passa.
Schizzi di sangue sulle piastrelle. Il lavandino si colora di rosso e voltando la mano mi accorgo che il mignolo è ricoperto di sangue e l'acqua non aiuta. Basterà un po' di cicatrene?! No, il sangue continua a scorrere e io non riesco a individuare il taglio. Non ho garze, non ho cerotti abbastanza grandi, non ho niente! Non ho neanche l'auto!
Chiamo qualcuno. E chi chiamo? I miei abitano a 2 ore di strada, il mio ragazzo è a lavoro a 1 ora di strada e io abito qui da troppo poco tempo per aver socializzato con i vicini. Non ci pensiamo, ora troviamo una soluzione.
Mi avvolgo uno straccio alla mano e mi incammino in direzione pronto soccorso, sotto la neve. Il dito comincia a farmi male e mi accorgo che sto piangendo, sarà il freddo, sarà l'agitazione, sarà che mi fa male.
Finalmente al pronto soccorso di Oderzo, ora mi daranno l'adeguata assistenza. La signorina dell'accettazione si fa spiegare l'accaduto e mi assegna un codice bianco; il foglio recita: 04-01-2010 13:12. Causa: incidente domestico - trauma/ustione. Il suo codice d'accesso è bianco. Il codice assegnatole potrebbe esserle modificato dopo la visita medica. BIANCO si tratta di casi meno gravi per cui non esiste rischio evolutivo. Non ha alcuna priorità e verrà visitato dopo gli altri codici. SE IL SUO COD. D'ACCESSO E' BIANCO POTREBE ATTENDERE ORE. Ok aspetterò.
Ore 14. Pronto Soccorso dell'Ospedale di Oderzo. Sembra ci siano delle emergenze in corso e non si riesce ad avere l'attenzione di nessuno; una signora gentile accanto a me sta aspettando dalle 11 della mattina, ha accompagnato la madre che è arrivata con un'infezione alla mano e ora le si è propagata al braccio. Anche loro codice bianco.
Se mi hanno assegnato un codice bianco forse nn è poi così grave. Scusi signorina, se ho il codice bianco vuol dire che non è grave, magari posso rivolgermi al medico di base o andare in farmacia per una medicazione; non voglio rallentare il lavoro qui?! Se ho un attimo le do un occhio, almeno le faccio una fasciatura. Mi spiace dovrà aspettare, qui si è tolta un pezzetto di dito e non si possono fare i punti, dovranno cauterizzarle i capillari, forse bruciarle un pezzo di dito e fasciarla con un bendaggio particolare. Farà un po' male e ci vorrà tempo, ma vedrà che passa. Ora aspetti. Vabbè aspettiamo.
Ore 15. Pronto Soccorso dell'Ospedale di Oderzo. Continuo ad aspettare, tengo la mano in alto, ma mi fa male e continua a sanguinare. Ormai sanguina da quasi 3 ore, non è che il codice bianco non è più tanto bianco? In quanto tempo si può dissanguare una persona dal dito? Non è che il tardivo soccorso mi arrecherà danno al mio dito? Magari se preso in tempo guariva meglio, ora rischio di perdere il dito? Già me lo sento in cancrena. E l'antitetanica? L'ho fatta l'antitetanica? Non c'è nessuno che mi possa dire no tranquilla il dito non ti cade oppure sì, rassegnati ormai l'hai perso?!
Continuo a piangere e continua a sanguinare, piango perchè non mi sono mai sentita così sola e abbandonata. Non c'è gloria nel non voler chiedere aiuto. Ciao papà, ti ho chiamato anche prima ma era spento; per caso io ho fatto l'antitetanica? No, è che mi son tagliata il dito e sì, sono già al pronto soccorso. Eh me lo son tagliata stamattina, ma pensavo mi risolvessero in fretta.
Ore 17. Pronto Soccorso dell'Ospedale di Oderzo. Non sono mai stata così felice di vedere i miei genitori e adesso perchè sono felice e mi sembra che il dito non mi fa più tanto male. Papà ma mi cadrà il dito? Secondo te mi sto dissanguando? Scusa mamma, la prossima volta ti chiamo subito.
Ore 19. Pronto Soccorso dell'Ospedale di Cividale del Friuli. Il dito continua a sanguinarmi e a farmi un po' male, ma almeno mi hanno medicato e 2 medici + 2 infermiere mi hanno garantito che non morirò dissanguata e non perderò il dito.
Ore 5. Ho fatto la notte in bianco causa dito sanguinante, braccio indolenzito per l'antitetanica , mal di pancia e mal di testa per i solito dolori del mese; ci vorrà qualce settimana o forse un mese, ma alla fine il mio dito tornerà come nuovo!


domenica 3 gennaio 2010

Happy birthday


Rischio embolia, ma alla fine siam riuscite a spegnere anche i 27!


video